Do Iggy occasione serata Pop Camiño seconda O ringiovanito in della Sono conclusiva della | politicsblog.it


Iggy Pop, senza una t-shirt dall’inizio, ha messo in evidenza il suo arsenale di canzoni classiche dall’inizio, come ha aperto il concerto con il mitico “I wanna be your dog” dal suo tempo in The Stooges, anche se è passato già quasi un secolo dal suo lancio, continua a suono così potente nel 1969.

qui di seguito è sparato un altro singolo della band che ha pubblicato i, il pericoloso “Gimme danger”, preludio della follia che sarebbero coinvolti nel concatenamento di due delle sue canzoni più note, “Il Passeggero” -la cui voce è stata replicata migliaia di gole di tutto il territorio – e “Lust for life”, colonna sonora del mitico film di Danny Boyle “Trainspotting”.

Nonostante il fatto che sembrava che non è facile mantenere il ritmo con il quale aveva iniziato il concerto, le contorsioni che hanno accompagnato ogni edizione dell’ormai settantenne artista sul palco sono serviti a trasmettere la sua energia a una folla di oltre 30.000 spettatori che ha fatto vibrare con la sua performance in Monte do Gozo.

All’equatore del concerto di Iggy Pop è stato interpretato, incursione tra il pubblico, attraverso, “Cerca e distruggi”, brano incluso nell’album del 1973 “Raw Power” degli Stooges, e il caos generato tra i maghi hanno dimostrato perché questa canzone è considerata una delle pietre miliari dell’inizio della scena punk a livello internazionale.

Con fiumi di sudore sul suo petto nudo e sgualcito, Iggy ha optato per essere parca di parole, con l’eccezione di alcune piangere fallo e generoso, in consegna per mantenere vivo un concerto che ha rappresentato alla perfezione il segno dei contrasti offerti da questo O Sono do Camiño.

Con il rocker, il compimento di uno strato di regal sulle sue spalle è giunto, “Nightclubbing”, che è stato rivisto verso un fine, che è formata da un rauco “Sedici”, il cui termine è rivolto al pubblico per ringraziare per il loro coinvolgimento.

Iggy Pop ha così rispettato il suo ruolo di capo della locandina del festival nel suo giorno, come principale, in cui ha dovuto condividere la ribalta con un’altra delle attrazioni principali della serata, il dj francis David Guetta, è stato incaricato di mettere la musica per le danze durante la notte e la cui presenza ha generato dei veri e propri eccitazione.

Il festival di compostela è stato infine respinto in questo modo, con un notevole successo per la seconda edizione, che ha chiuso la performance del dj lugo Eme Dj, sostituito in ore del mattino dopo diverse impostazioni hanno cambiato i loro piani per la giornata.

La giornata di sabato, ha portato un afflusso di persone nelle prime ore del pomeriggio, che nei giorni precedenti, che hanno approfittato del primo Ortica, il nuovo alter ego di Manuel, Esteban, e Manuel; far ballare il pubblico con la loro euforia “cumbiatune” e, in secondo luogo, a Baiuca, nome d’arte di Alejandro Guillán, che -in una pianificazione improprio – ha presidente di seduta con il suo mix di musica tradizionale galiziana e l’elettronica d’avanguardia.

la Galizia è stata ben rappresentata in questo giorno, la musica, dal momento che, oltre ai due artisti di cui sopra, c’è stato anche spazio per il pop alternativo di Mordem e il rock più classico di legalità che la Famiglia Caamagno.

tuttavia, la stella piatto della serata è stata la band svedese di rock The Hives, che ha deliziato una capacità e sostanziale, con uno spettacolo di rock, energico e pieno di inni moderni del calibro di “Odio l’avevo detto”, “come on!” o “Tick tick boom”.

Altrettanto potente, e approfittando della speciale atmosfera portato dalla luce del crepuscolo, e l’illusione di migliaia di fan, hanno suonato il tricantinos Vetusta Morla, ex figura di spicco della indie spagnolo e trasformato con il tempo in una linea che tira folle ovunque egli agisce e che sa coniugare il suo nuovo lavoro con la nostalgia delle canzoni di “a day in the world” che è salito alla celebrità undici anni fa ora.

L’ultimo concerto prima dell’appuntamento con Iggy Pop è stata eseguita dal giovane cantante barcellona Bad Angelo, che ha lasciato molto descolocados a chi è venuto a vedere il suo pensiero di successi come “la Febbre” o “Soldi” di deposito diretto di puro dancehall e l’essenza giamaicano, che ha portato al loro lavorato danze e la sua voce è elaborato da un computer.

Al prossimo articolo di attualità di politicsblog.it!