GNB Simonovis fuggire pilotato per beffe e Sebin un e aereo la | politicsblog.it


Iván Simonovis, l’ex capo della Sicurezza dei Cittadini, il Sindaco e che era rimasta priva della libertà, a partire dall’anno 2004, si trova negli Stati uniti, poi di superare in astuzia le autorità sono a guardia di lui.

L’ex commissario scomparso dalla sua casa, il 16 maggio alle ore piccole della notte. All’interno di una piccola borsa a tracolla portava una torcia elettrica, coltello da tasca, una copia della sentenza della corte di giustizia e la biografia di un astronauta statunitense Neil Armstrong. Nell’intervista, ha detto che giù il muro della vostra casa, sbagliato e si è schiantato, ma il recupero è stato in grado di entrare in uno dei tre veicoli, che l’avrebbe portato ad una casa abbandonata.

Prima che la sua fuga, Simonovis trascorso le notti svitando il recinto dietro casa sua e che esercita la sua discesa di una scala. Una volta libero, ha chiamato sua moglie, Ossea Pertiñez, che aveva tenuto fuori i suoi piani. Lei era in visita i suoi figli, in Germania.

Nella casa abbandonata e visto il film Argo, e da lì ha ordinato di sua moglie per pubblicare foto e video sui social media per ingannare le forze di sicurezza, facendo loro credere che egli aveva già lasciato il paese. Nel frattempo, il presidente a interim del Venezuela, Juan Guaidó, ha emesso un’amnistia per Simonovis.

L’ex commissario ha dovuto negoziare in varie posizioni di controllo della Guardia Nazionale Bolivariana. Da qualche parte della costa del venezuela ha preso una barca da pesca e navigato per 14 ore; raggiungere la destinazione ha preso più tempo del previsto, a causa del motore della barca si è rotto verso il basso.

Per paura di esporre più di 30 persone che lo hanno aiutato a fuggire, e che rimangono a rischio, Simonovis rifiutato di identificare l’isola, o per dire come e quando è arrivato dopo che la nave ha cominciato a vela. All’inizio di questo mese, uno dei loro avvocati, è stato arrestato dopo aver parlato con i giornalisti fuori dalla sua casa e rimane imprigionato nel Helicoide.

Il giorno dopo, un dottore aereo preso. Volare sopra le Bahamas in spazio aereo degli Stati uniti, il pilota consegnato i controlli per Simonovis, che è anche un pilota. “Sono atterrato la mia libertà, anche questa volta ho avuto il controllo del destino”, ha detto.

Ivan Simonovis ora lui vuole usare la sua esperienza della polizia per assistere le autorità degli Stati uniti per indagare la corruzione, il traffico di droga e i presunti legami con gruppi terroristici da parte di funzionari venezuelani. Sta anche cercando di aiutare John Guaidó per sviluppare un piano per migliorare la sicurezza urbana e la sicurezza.

“In questo momento io sono sopraffatti dalla mia libertà, ma ci si sente bene. È la condizione naturale dell’uomo”, ha detto.

nel Frattempo, spera che il suo viaggio di ispirare gli altri a perseverare e a sollevarsi contro di Nicolás Maduro. “Quando sono uscito di casa mia, c’erano due possibili esiti: o perdere tutto o vincere la mia libertà. Ma se fossi rimasto, ho appena sarebbe crollata in un mare di disperazione”, ha detto.

“Sono membri attivi della Maduro amministrazione, ma in silenzio lavorano per il governo di Juan Guaidó,” ha detto Simonovis, in riferimento ai funzionari che lo hanno aiutato nella sua fuga.

Nel 2004, l’ex commissario era finito in carcere, accusato di aver ordinato alla polizia di aprire il fuoco sui manifestanti a favore del governo, che si sono riuniti in difesa di Hugo Chavez. Il suo mandato di arresto è stato firmato dal giudice Maikel Moreno, che come avvocato aveva difeso uno dei tiratori di puente Llaguno.

Simonovis e gli altri imputati della Polizia Metropolitana, cinque dei quali sono ancora in carcere, hanno ricevuto condanne a 30 anni, il massimo consentito dalla bolivar legge. Nel 2014, gli fu concesso un domiciliari, in modo che lei potrebbe ottenere un trattamento medico.

Al prossimo articolo di politicsblog.it