Nuovo nella camera, musica la ciclo della capitale CBA da un con Madrid, | politicsblog.it


Cerchio da Camera, organizzata da il CBA, in collaborazione con la Fondazione Montemadrid e diretto da Antonio Morale, cerca di rivitalizzare la musica classica con l’esibizione dei solisti e gruppi da camera internazionale, che proporrà nove concerti domenicali tra il 20 ottobre e il 31 maggio.

la Morale è destinata a “sommare” con i cicli che già esistono, come l’Auditorio Nacional e la Fundación Juan March, non competere con loro e aprire un nuovo spazio “centrale” dedicato a questa musica, che deve il suo nome alle camere che hanno provato artisti del Medioevo.

L’ex direttore artistico del Teatro Regio di parma e il Centro Nacional de Difusión Musicale (CNDM) è responsabile per il nuovo ciclo e l’iniziativa di promuovere il CBA e la CNDM dedicato a Beethoven, Beethoven è Oggi.

In un Cerchio di Fotocamera atto Jordi Savall, che, pur avendo la Medaglia del Círculo de Bellas Artes lui non era mai stato in una tale istituzione, o il coreano Seong-Ji Cho, che nel 2015, con solo 21 anni, ha vinto il Primo Premio Internazionale del Concorso Chopin di Varsavia.

L’idea è non solo di ampliare l’offerta musicale, a Madrid, ma per renderlo accessibile, con prezzi molto convenienti, secondo il Morale.

il Cerchio della Fotocamera, che si celebra tra ottobre 2019 e maggio 2020, in collaborazione, sono, nella sua prima edizione, nove domenica concerti di solisti e gruppi da camera internazionale.

Il Cuarteto Quiroga è stato inaugurato il 20 ottobre e, attraverso le Elisabeth Leonskaja, Rocío Márquez, Fahmi e Rami Alqhai e Agostino Diassera, il Trio Arbós, Al Ayre Español, Savall, Yago Mahúgo, Seong-Jin Cho, e Fabio Biondi, che si chiuderà il 31 maggio.

questo ciclo, che aggiunge Beethoven Oggi, nove concerti, anche con quelli che saranno per commemorare il 250 ° anniversario della nascita del compositore (1770-1827).

Il programma prevede il corpus delle 32 sonate per pianoforte, in contrappunto al 18 studi del compositore origine ungherese della transilvania, György Ligeti (1926-2006), oltre a nove opere recenti di molti altri compositori spagnoli: Francisco Lara, Gustavo Díaz Jerez, Ramon Paus, Armando Alfonso, Jose Luis Greco, Ricardo Llorca, Carles Guinovart e Gesù Ruota.

Otto dei lavori, che sarà inaugurato a Madrid e il nono, scritto da Tomás Marco, sarà la premiere assoluta su questo ciclo in un custom made set di CNDM e il CBA, le due istituzioni che coproducen questo ciclo di pianoforte.

Daniele del Pino, Gustavo Díaz-Jerez, Eduardo Fernandez, Javier Negrín, Judith Jáuregui, Alba Ventura, Mario Prisuelos e Noelia Rodiles saranno gli interpreti e protagonisti.

Ti è piaciuto l’articolo di politicsblog.it? Condividilo sui social!